Posts

Showing posts from 2013

Water

Image

Luce!

Image

Sgranchirsi le mani (o i rami!)

Image

Corri, e va come il vento.

Image

Refrain: waves.

Image
«[...]ogni onda è sempre diversa da un'altra onda; ma è anche vero che ogni onda è uguale a un'altra onda, anche se non immediatamente contigua o successiva; insomma ci sono delle forme e delle sequenze che si ripetono, sia pur distribuite irregolarmente nello spazio e nel tempo.» I. Calvino, Palomar.

«O-ombre?!»

Image

Lo sguardo che un gatto ha.

Image

Improvvisamente si mutò in essere anfibio [...]

Image
[...] pesce e uomo nello stesso corpo.

Le rovine nel sangue di una terra che trabocca di lava.

Image

Tu devi andare.

Image
«Le fiabe sono vere», Calvino lo aveva compreso. Le fiabe raccontano al bambino e all'adulto il processo di crescita, il momento così traumatico e brutale che traghetta dalla dimensione infantile/fantasiosa a quella adulta/sociale; la fiaba avverte del pericolo della trasformazione, del male sociale e lo fa per mezzo della voce dell'adulto che la narra.
[Scusate il tono fuori tema dei miei ultimi due post, ma mi andava così.]

Tails!

Image
Chi dice gatto dice coda e se sono due... tails!


Su Pinterest per Illustration Friday.

Eruzioni a sud-est!

Da qualche giorno l'Etna ha ricominciato a borbottare, stavolta preoccupando forse un po' di più data la colata sul versante sud-est, visibile anche dalla terrazza di casa mia (scusate la mancanza di foto, ma ultimamente la macchina fotografica l'ho accantonata!). Il versante è quello che interessa i 'paesi etnei' come Linguaglossa (da cui il nome deriva proprio da una colata che investì il paesino), Milo, Zafferana, la zona etnea forse più vissuta dai catanesi tutti essendo particolarmente ricca di localini e pizzerie dove passare la serata  fare una passeggiata estiva.
Per il momento non ho molte altre notizie al riguardo, data anche la mia scarsa attenzione ad argomenti di questo tipo, però se ci sarà qualche altra curiosità non mancherò di aggiornarvi! 
A presto!

Appello "Tappo cucciolo in pericolo"

Su richiesta e su mozione emotiva, vi segnalo il caso di un cagnolino recuperato dalla strada nella zona industriale di Catania e che adesso cerca casa. Il cagnolino è stato tirato in salvo da un'aggressione di altri cani che gli ha procurato diverse ferite vicino la coda e sui fianchi ed è stato curato a dovere; al momento è in una situazione di stallo e tenuto sotto controllo per evitare che venga aggredito nuovamente.
Tutti i dettagli ed i contatti li trovate a questo link: Tappo cucciolo in pericolo.
Non pubblico le foto perché non ho contatti diretti con i ragazzi che si stanno occupando della faccenda quindi non so se posso farlo, però ho accolto la segnalazione di un'amica che tiene particolarmente a queste vicende e anche perché io non posso aiutare Tappo, ma magari qualche altra persona sì! :)
A presto e grazie per l'attenzione!

Settimana della Cultura Giapponese a Catania

Image
Dal questa domenica, 6 ottobre, fino alla prossima, giorno 13, a Catania si svolgerà la settimana della cultura Giapponese. Per prima cosa verrà inaugurata al Museo Diocesano una mostra dedicata alle porcellane di Iko Itsuki Damiani in data odierna alle ore 18 (ingresso gratuito... evvai!), mentre per tutta le settimana ci saranno eventi e mostre legati all'esposizione di prodotti tipici, discipline come il Karate o cerimonie come la vestizione del Kimono o la cerimonia del Tè.


Per la verità il Giappone e l'Oriente in genere sembrano essere di comune interesse locale quest'anno, dato che anche l'infiorata di Noto ha avuto come tema l'arte giapponese (appena potrò vi mostrerò le foto relative all'evento) e ricordo che un altro artista orientale ha fatto una straordinaria visita alla provincia etnea, peccato però aver visto di sfuggita la locandina dell'evento e non essere riuscita a fissarne meglio il nome nella memoria!

Ecco: delle ostinate ricerche mi han…

Fauna ittica e preistorica con parentesi pennuta.

Image
Questo simpatico pesce che messo per esteso appare abbastanza affusolato e con muso ad ago si chiama aguglia ed ho avuto la magnifica occasione di assaggiarne le carni di recente. In catanese 'si sapi sentiri augghia' (viene chiamato 'augghia'), termine che se non vado errando viene utilizzato anche per indicare l'ago e mi era già capitato di sentire questo nome riferito al pesce, ma non avendo un rapporto costante con le pescherie mi era mancato di associare il nome alla forma! Una delle cose che ho immediatamente notato, oltre all'ottimo sapore, è stato il colore della lisca: per una metà verde smeraldo, quasi trasparente, l'altra metà più scura, quasi marroncina, come quella delle alici altresì conosciuti come 'masculini'; senza contare poi la fila di piccolissimi denti disposti lungo la lunga ed appuntita bocca. 
Tutti questi particolari mi hanno immediatamente conquistata, oltre che per loro intrinseca peculiarità, anche perché  ero reduce da …

Piogge di Settembre

Image
Settembre è cominciato ed ha portato con sé un bel po' di acque dei cieli. Per la verità già nelle ultime settimane d'agosto qualche temporaluccio aveva cominciato a farsi strada con mio assoluto bene stare, dato che l'umidità stava arrivando a livelli estremi; di fatti, qui a Catania, tranne  in quei rari casi di caldo 'secco', più che sudare 'si 'mpica', ovvero 'si appiccica'. Chiunque venga qui nei periodi estivi può sentire le persone confrontarsi sull'umidità incombente, argomento di aggregazione e socializzazione fra conoscenti, inquilini e persino estranei, motivo di discussione che le nonne adorano solitamente poiché ne conseguono una serie infinita di lamentele su 'stu tempu ca ommai non si capisci cchiù comu è' [questo tempo che ormai non si capisce più come sia] o sulle zanzare 'ca mi mangianu viva astanotti!' [mi hanno mangiato viva stanotte!], nemiche giurate delle carni scoperte. Quindi un po' di fresco e d…

Vernaviri // Bonaverne: un dialogo fanta-narrativo.

Ieri sera leggevo il capitolo di Ventimila leghe sotto i mari relativo al mare dei Sargassi. La descrizione che ne fa Verne mi ha riportato immediatamente alla mente un'immagine dai toni simili che avevo letto in Bonaviri, non ricordavo però al momento se esistesse fra i due una qualsiasi relazione, salvo poi ricordare che il primo fu tra le letture di giovinezza dello scrittore siciliano, che così afferma: 
«Mi piacevano molto i romanzi di Salgari, di Luigi Motta; meno quelli del Verne.»
In realtà, Bonaviri prende a piene mani dall'avventura del Professor Aronnax a bordo del Nautilus la descrizione del mare dei Sargassi contestualizzandola nell'impianto narrativo del suo romanzo Silvinia, come anche la bianchezza della superficie marina che il capitano Nemo e talvolta lo stesso Aronnax spiegano con l'esistenza di microorganismi gelatinosi che rifrangono la luce in superficie 'colorando' il mare di un bianco latteo.
Il mare dei Sargassi è, nello specifico, una…

L'isola Ferdinandea

Image
La Sicilia non conta come vulcani soltanto l'ormai famigerata Etna, bensì essa annovera anche l'isoletta di Vulcano, dell'arcipelago eolico e l'isola Ferdinandea, una particolare struttura geologia che costituisce propriamente la bocca di un vulcano e che, durante la sua storia, ha avuto modo di far parlare di sé a causa delle sue apparizioni ed immersioni improvvise.
La sua prima emersione risale al 1830/'31 a seguito di una scossa sismica e l'evento viene così narrato da Michele  Arena:
« [le eruzioni] sono state sempre precedute da brevi scosse di terremoto che si sono susseguite con fortissimo fragore di boati […] testimoni dell'evento furono i capitani Trifiletti e Corrao, naviganti in quel mare (latitudine 37,11 nord e longitudine 12,44 est) che osservarono un getto d'acqua a cui tennero dietro colonne di fiamme e di fumo che si elevavano ad un'altezza di 550 metri circa. Il 16 luglio si vide emergere la testa di un vulcano in piena eruzione …

Sicilianità Letteraria V ed avventure sul palcoscenico: Giovanni Verga.

Image
Il mese di luglio mi ha vista impegnata in un'esperienza cui sono stata coinvolta da C. a sua volta ingaggiato da terzi, ovvero la preparazione di uno spettacolo teatrale basato su una novella di Verga: Libertà.
La novella in questione è molto breve e raccoglie in immagini d'insieme il tumulto della rivolta di Bronte nei mesi estivi del 1860, durante la quale gli abitanti del paese del catanese mossero contro i nobili locali con indicibile violenza, trucidando chiunque si presentasse al passo. I motivi della rivolta sono facilmente riconoscibili nella povertà di questi contadini, manovali e artigiani sfruttati dai 'baroni e dai cappelli' e sullo sfondo dell'impresa garibaldina si proclama una ritrovata libertà che porta in grembo la giustizia dell'umile, risolta in pratica con una agognata suddivisione delle terre.
Ovviamente le cose non vanno come dovrebbero, i rivoltosi vengono fermati e uccisi dagli stessi garibaldini - motivo per cui, ancora oggi, si hann…

Sicilie di viaggio

Viaggio d'andata, ragazze aretine in ritorno dalla Sicilia: - "Catania? Sì, Catania è bella! Con tutti quei lidi, finalmente! Di giorno al mare e la sera si balla![...]"
Viaggio di ritorno, ragazza calabrese con un gruppo di amici in partenza verso Messina e le Eolie: "Sapete cosa è bellissimo della Sicilia? La luminosità! La Sicilia è luminosissima!"
Non mi ricordo chi di illustre ha definito proprio la luce siciliana 'tutta particolare', e rivivendo quell'affermazione sotto le spoglie di un commento di viaggio ho provato a far caso a questa peculiarità. Effettivamente, io ho sempre ricondotto la mia osservazione più che alla luce agli spazi infiniti di cielo che si aprono sopra le teste dei cittadini; i palazzi non sono molto alti e le vie abbastanza larghe da fornire una abbondante illuminazione e questo mi ha sempre portato 'aria da respirare'.

Jack On Tour a Catania

Image
Prima ancora, forse, di chef Rubio, arriva a Catania una band formata da Roberto Dellera, Sergio Carnevale e Federico Poggipollini, la Jack n.7, che a quanto ho capito ha esplorato le mete e le città musicali più significative d'Italia, a quanto ho capito, soprattutto del periodo '80/'90. Vi accennavo in uno scorso post quanto fosse viva la città a quell'epoca sotto il profilo musicale e questa ne è ulteriore ed ufficiale riprova; fra l'altro i tre hanno intervistato un cantautore locale che ebbi modo di vedere dal vivo 3/4 anni fa, Cesare Basile, il quale ha anche illustrato l'attività che un collettivo di ragazzi sta svolgendo al teatro Coppola, occupato di recente e 'sistemato' per ospitare spettacoli, ma credo anche riunioni, kermesse e altro (non ci sono mai andata, quindi non saprei cosa altro dire!).
Qui il link alla story della puntata: - Jack on Tour a Catania
E qui alcune canzoni di Cesare Basile:
Il Deserto
A tutte ho chiesto meraviglia
A pres…

A venerdì!

Image

[ 30 giorni di... - In the Meme of Acalia! ]

Image
Giorno 11 - La coppia per cui hai tifato dall'inzio della serie e che alla fine non è diventata tale Allora, come coppie ideali me ne sovvengono tre:
1) Faye Valentine & Spike Spiegel. Potendo, come dicevo ieri, avrei dato un senso diverso a tutta la serie e portato Spike ad avvicinarsi alla sua compagna di avventure; sarebbe stato scontato forse, ma sicuramente avrebbe significato un passo avanti fuori dal pantano dei ricordi e del passato che lo attanagliavano. Non necessariamente ci sarebbe dovuta essere una concretizzazione tipica del rapporto, ma se avessero giocato proprio sulla delicatezza dei due personaggi, sul non detto ma lasciato intendere sarebbe venuta fuori una cosa molto bella... invece rimane solo la tristezza di Faye, bellissima nella sua purezza, e lo stupido sacrificio di Spike.
2) Ukyo & Ryoga. Per la verità non ho letto Ranma 1/2 e seguito l'anime a salti (un po' come tutti credo), ma loro due mi sono sempre sembrati una coppia perfetta (ma vog…

[ 30 giorni di... - In the Meme of Acalia! ]

Image
Giorno 10 - Il personaggio che ti è dispiaciuto veder morire
'Alora', pensandoci bene bene me ne sono venuti in mente alcuni legati soprattutto alla prima visione  da tredicenne neofita del mondo anime che li guardava il martedì su MTV. Il primo è sicuramente lui:
 - Alucard von Mosquiton di Master of Mosquiton, il quale più esattamente sparisce insieme ai suoi due fedeli Yuki e Honō senza lasciare notizia certa alla povera Inaho. Avevo seguito tutta la mini-serie - solo 6 puntate - immergendomi nella particolarissima atmosfera di questo anime fra piramidi misteriose, artefatti alieni e viaggi sulla luna, e la sua dipartita letteralmente 'a finale aperto' durante lo scontro finale ha creato un senso d'angoscia incredibile; anche perché si lascia intendere chiaramente la sua natura di sacrificio volontario ma non si sa, poi, se sia stato portato a termine o meno. Comunque: lacrime a tempesta.
Poi annoveriamo: - Nicholas D. Wolfwood da Trigun (il reverendo con la cro…

[ 30 giorni di... - In the Meme of Acalia! ]

Image
Due risposte in una, oggi!

Giorno 09 - Il tuo fetish Colori: tutti. Materiale artistico: pennelli, colori, matite, penne, tubetti, album, fogli, cartoncini.
Poi ci sono le zampotte dei mici.
Ecco qui i 'musetti' dei summenzionati micioni richiesti da Acalia:



[ 30 giorni di... - In the Meme of Acalia! ]

Image
Giorno 08 - Un insegnamento che ti è stato impartito da un manga\anime
Per rispondere a questa domanda dovrei tornare indietro di molto e cercare di ricordare se ho mai assorbito qualcosa da un mondo che ha fatto pienamente parte di me.  Sarò ripetitiva, ma scavando in fondo, oltre alle milioni di fesserie shoujo che spesso insegnano solo a piagnucolare senza un senso preciso o giustificato, – ahimè è un tallone d’Achille bello forte che solo pochi esponenti di categoria hanno saputo abbattere – credo che Slam Dunk sia stato l’unico capace di infondermi un senso d’allegria e spensieratezza che ben si sposava con il mio modo di fare, ma che non posso negare abbia influenzato parecchio la mia primissima adolescenza. 
In generale il mondo manga/anime è stato anche un primo approccio 'metodico' al disegno, in quanto ho cominciato a disegnare con un maggiore intento d'osservazione proprio mentre venivano trasmesse le prime serie di Sailor Moon che mi colpivano per i volti e le for…

Vasetto neo-egizio!

Image
Adesso che ho dato una bella mano di pittura al blog mi sento meglio! Era da qualche giorno che volevo apportare dei piccoli cambiamenti e oggi ho avuto l'illuminazione finale che rispondeva ad una volontà espressa tempo fa di voler creare uno sfondo da me; così almeno sembra più vivo ed estivo! :D Negli ultimi tempi ho fatto diverse cose e per parlarvi bene di tutto ho bisogno di diluire post e argomenti in base all'urgenza di volontà giornaliera, motivo per cui adesso vi mostro un vasetto decorato - e da perfezionare - un paio di settimane fa:
Come vedete (o come si dovrebbe notare) la decorazione risulta decentrata rispetto alla pancia del vasetto ed è stato un mio errore non una mirabolante trovata artistica, però il risultato lo trovo abbastanza simpatico.. soprattutto se si considera che si tratta di uniposca dorato su acrilico! :°D

[ 30 giorni di... - In the Meme of Acalia!]

Image
Andata e laureata! Finalmente posso dirmi libera dal mondo universitario!



Ma torniamo alle cose serie:
Giorno 07 - Il primo gadget che hai mai comprato su una serie (o un film) Ho letto questa risposta da Nyu e ho avuto un attimo traumatico perché veramente non ricordavo quale fosse e tuttora ho dei dubbi! Probabilmente sono stati due pupazzini di Rocksteady e Donatello delle Tartarughe Ninja, comprate all’edicola una domenica, di quelle superscarsissime e fasulle ma che mi piaceva un casino, come è possibile che mi sia capitata prima una busta del giornalaio con dentro calendari e giornalini sugli anime! Insomma, ho avuto diverse cose e non riesco a rintracciarne o ricordarne una in particolare che sia stata ‘la prima’!
Oppure ci sarebbe un pupazzetto della mitica Poochieche ricordo tra i primi bottini di guerra dal mondo cartoonesco:
ma legati a quell'epoca esistono dei ricordi frammentari anche di audiocassette con le canzoni cantate da Cristina D'Avena fra cui la semi-sconos…

[Spunti di viaggio - parte prima ]

Image
Cercare di classificare od organizzare un 'piano narrativo' della settimana appena trascorsa non è cosa semplice, tuttavia ho deciso di provarci cercando di trattanre via via sia il lato ludico-generale dell'esperienza che quello più strettamente collegato al tema del blog e quindi al comparto più peculiarmente 'siciliano'! La 'scampagnata prolungata' è stata organizzata in onore dell'arrivo di un nostro amico dalla Calabria (il solito da cui andiamo spesso e che raggiungeremo fra qualche giorno) con la volontà di passare una settimana fra film e giochi di vario tipo, cibo e sicilianità che aveva avuto poca occasione di vedere in altre visite passate; i film in programma erano diversi, non li abbiamo ovviamente visti tutti, ma fra i titoli battuti si annoverano: Conan il Barbaro del 1982 con Schwarzenegger, Chronicle, Life of Brian (Brian di Nazareth dei Monty Python), Black Dynamite, Perfect Blue e Millennium Actress di Satoshi Kon ed infine Shutter I…

[ 30 giorni di... - In the Meme of Acalia! ]

Image
Ritorno e riprendo da dove avevo lasciato!
Giorno 06 - Il personaggio che ami sulla carta ma che detesteresti nel mondo reale
Mhmh… questa è difficile, perché solitamente i personaggi che arrivano a conquistarmi sulla carta hanno delle caratteristiche che trovo abbastanza affini al mio gusto quotidiano, chiamiamolo così; forse un personaggio che mi è piaciuto su carta per la sua realistica stronzaggine, ma che eviterei nella realtà è Joji di Paradise Kiss, ma non l’ho mai ‘amato’, semplicemente lo trovo coerente ad una realtà quotidiana abbastanza presente in tutti i tipi di società giovanile e non, quindi convincente è il termine giusto per definirlo.
Riferito ad altri ambiti ludico-letterari-artistici, espandendo di molto l’ambito del meme, direi forse Salvador Dalì che ho veramente amato ‘su tela’ in un determinato periodo, ma credo lo avrei un attimo mal sopportato in una vita reale, perché avrei avuto difficoltà ad un certo e determinato punto della sua carriera a capire il confine…

Rieccoci qua!

Ed eccomi di ritorno da questa settimana di vacanzine! Ho gli occhi (e la panza!) pienissimi di tante cose viste, assaggiate e comprate - di conseguenza il portafogli si è svuotato di un po', ma dopo mesi di sacrifici e risparmio ci voleva un attimo di spensierato respiro - ed in generale la villeggiatura (mai termine fu più appropriato di questo in questo caso) è stata contrassegnata e caratterizzata da: - cibo; - film; - paesi etnei; - fumetti; - giochi da tavolo 'budget' a partire da 2/3 persone in su; - alessia che andava ogni giorno a controllare posta e sito di facoltà per non incorrere in improvvisi cambiamenti di programma dalla sua sgangherata università, rubando, a questo pro, connessione dal cellulare di C.; - vecchine guardiane affacciate al balcone!
Di tutte queste cose, o almeno delle più interessanti quindi esclusi gli ultimi due punti, vi parlerò quando sarò più sveglia grazie all'ausilio di alcune foto scattate in corsa, o meglio camminata, anche se n…

Vacanzine olè olè!

Image
Come preannunciato nel post precedente, questa settimana sarò fuori casa, almeno per la maggior parte del tempo, quindi mi concedo una mini vacanza prima dell'arrivo di una data importante non per ciò che (con-)segna, ma per ciò che finalmente con essa finisce! :°D [A tempo debito svelerò l'arcano anche se mi pare sia abbastanza ovvio!]
Spero di fare qualche fotina in giro così da farvi vedere parte di ciò che vivrò, se no, al solito, non mancherò di raccontare ed appuntare le mie impressioni!

Una buona giornata e settimana a tutti! Ci rileggeremo al mio ritorno! :)