Posts

Showing posts from April, 2015

A newborn Sphinx.

Image
Vorrei imparare a cogliere il mistero della luce, ma voglio provare a farlo osservando con i miei occhi, carpendo quelle infinite vibrazioni senza l'ausilio di regole, non per una forma di presunzione, ma perché sento che è il modo ed il metodo a me più consono e vicino. So che posso riuscirci, ma devo allenarmi costantemente!
[ Trasloco e Avvisi ] Ultimamente mi sto occupando di sistemare le cose per il trasloco (la prossima settimana io ed il mio compagno dovremmo trasferirci!), quindi ho messo diversi lavori in stand by - mi dispiace Obs se ti consegnerò tardi il regalo ma non potevo permettermi di lavorarci di fretta, anche perché sta venendo fuori una cosa molto simpatica ma non ho la serenità per 'studiare' meglio alcune soluzioni che mi lasciano dei dubbi ancora - e fra l'altro non so ancora se sarò presente online fra la fine di questo mese e l'inizio di maggio, perciò sarò presente finché posso e penso anche di fare una pausa dai post perché molto del mat…

Giochi (alfabetici e non).

Image
Questa settimana sul blog di Ivano ho scoperto un giochino interessante. Nella sua natura originale si tratta di creare l'alfabeto della propria scrittura, ovvero trovare una parola per ogni lettera dell'alfabeto italiano che descriva una particolarità del proprio modo di intendere ed attuare la scrittura; la cosa mi ha incuriosita molto ed in un primo momento ho provato ad adattarla al disegno... ma i risultati sono stati pessimi! :°D Dopo qualche secondo sentivo già come se mi stessi forzando nel mettere in piedi dei postulati del mio modo di operare e mi stava esplodendo la testa, già non mi riconoscevo più in nessuna parola o come se stessi imprigionando un tipo di attività che ho sempre portato avanti avanti naturalmente, quindi: basta, pussa via! Cancelliamo! «Ma questa storia dell'alfabeto mi stuzzica ancora, quindi come posso fare?» - ho pensato. «Idea!»: ho cercato di mettere insieme un elenco di parole in cui ogni termine non fosse strettamente riferito al diseg…

Schizzo veloce di un personaggio bonaviriano: Rudra.

Image
Come da titolo, in questo caso non si tratta nulla di pretenzioso! Questo schizzo risale a circa un mesetto fa e aspettavo di mostrarvelo quando avessi avuto voglia di scriverci un post dato che si tratta di un disegno ispirato al personaggio di un libro e di conseguenza avrei dovuto introdurvi brevemente al testo. Si tratta del rarissimo 'È un rosseggiar di peschi e di albicocchi' di Giuseppe Bonaviri, un romanzo che ho scoperto nell'ormai leggendario programma universitario di letteratura italian-siciliana affrontato nel 2012 e che dopo due anni di ricerca ho trovato grazie ad un rivenditore su Amazon, altrimenti potevo 'stuiarmi u mussu (pulirmi il muso/la bocca)' come si dice da me quando si deve intendere il più italico non c'è trippa per gatti; il romanzo è una completa e totale fascinazione esotica di ispirazione indiana di stampo esplicitamente erotico nella prima parte del romanzo che si trasforma e cambia pelle nella seconda ed ultima parte in cui di…

Mal-esseri (e ringraziamenti!).

Image
State tranquilli, non preoccupatevi perché va tutto benone! Il disegno in questione si riferisce al primo periodo di quest'anno che effettivamente non ho passato molto bene; sapete quando si ha la sensazione di essere sovrappensiero? Come se si rimanesse sospesi in una realtà di mezzo fra quella fisica e quella mentale tanto che si crea un condizionamento reciproco per cui un dolore fisico - seppure insignificante - diventa un cruccio per la mente e viceversa.
Ecco: mi sono sentita più o meno così, ma posso dire che è stato un passaggio fondamentale per iniziare a capire come veicolare certi stati d'animo nel disegno.
Solitamente non sono mai stata capace di 'governare il caos', nel senso che nei momenti di malessere ho sempre fatto disegni forzati in cui sentivo come se una barriera fortissima si ponesse fra il mio stato fisico/mentale e le mie mani, come se effettivamente ci fosse un [ blocco ], solo in alcuni rarissimi casi ho veramente superato quella barriera per…

Il Gufo blue.

Image
Buongiorno a tutti! Ripresi dalle grigliate e dalla cioccolata pasquale? Io ho fatto un pranzo da mia nonna che non vedevo da secoli e anche se non ho mangiato moltissimo mi sono comunque rifatta delle 'spanzate' perse lo scorso Natale! :°D Nel frattempo, però, ho anche buttato giù alcune idee che - a scanso di ignominiose rovinature - verranno sviluppate con calma nei prossimi giorni, sperando quindi di potervele mostrare come le immagino al risultato finale! Intanto beccatevi questo gufetto che, come capirete bene, non è una rappresentazione realistica, ho più che altro sviluppato un'idea di gufo con tutte le suggestioni a questo animale legate: i grandi occhi, l'apertura alare, le zampe rapaci e mi sono anche divertita moltissimo; fra l'altro la spiegazione che vi ho appena fatta - come al solito - ha maturato durante e dopo la realizzazione del disegno di base (eseguito come di consueto in questo periodo con il colore a matita blue), il motore iniziale è stata…

Two is mel che One: Liebster & Very Inspiring Blogger Awards!

Image
Buongiorno a tutti! Dopo il Boomstick Award assegnatomi da Moz in primis e successivamente da Obsidian, Ivano Landi e la dolcissima Petralia, ho inaspettatamente ricevuto altri due premi: il Liebster Award insignitomi da Poiana de La natura che ci circonda e il Very Inspiring Blogger Award consegnatomi da Acalia Fenders di Prevalentemente Anime e Manga! Onestamente, come dicevo, non mi aspettavo nessuno dei due e il riceverli mi ha fatto moltissimo piacere, ma andiamo adesso ai regolamenti:  il Liebster dovrei consegnarlo a dieci bloggers con meno di 200 iscritti al blog e stilare una serie di domande cui questi dovrebbero rispondere, oltre che rispondere alle domande precedentemente fattemi da Poiana e alle quali ho risposto nel post apposito; mentre il Very Inspiring Blogger consiglia di assegnarlo ad altri quindici bloggers e di elencare sette curiosità che ci riguardano. Considerando il numero immane di nominations che si dovrebbero fare e che anche io come Glò e Michele con il B…