Posts

Showing posts from October, 2014

[ Speciale Halloween! ]

Image
Era un notte di luna piena, no ma che dico? La luna non c'era! C'erano specchi e coltri abitate da vecchi spiriti di creature andate.
Urla funeste e voci soffuse mai le mie idee furon confuse: era la notte dei morti viventi che gridavano rabbia da umani ormai spenti.
Luci e lanterne, zucche intagliate, questo quelle anime son diventate! 'Dolcetto o scherzetto' l'odierno diletto, ma mai sogghignar troppo...  .
... si ha alle spalle uno spettro!
All Hallows' Eve A.H.V.
Buon Halloween a tutti! Scusate l'oscenità di scrittura ma questo periodo ogni volta mi riporta ad un'atmosfera un po' folle e infantile!
PS: questo ovviamente non è il disegno cui facevo riferimento nei commenti al post precedente, è solo una piccola parentesi senza pretese sulle festività imminenti! :D
A presto!

A Bird in Paradise!

Image
Questo disegno ha sofferto mesi di inerzia sul tavolo. L'ho cominciato a luglio e l'ho finito circa due settimane fa, ovviamente ho dovuto farlo riposare come la pasta del pane perché dopo aver quasi completato il tutto sentivo come se gli mancasse qualcosa di vitale; non aveva quello sprint che avrebbe dovuto avere: era un'illustrazione triste di un uccello che non esiste probabilmente in natura e che viaggiava in un luogo veramente poco stimolante. Così mi sono detta di dargli e darmi tempo e di attendere un'idea. Nel frattempo ho fatto altro, ho sciolto mani e testa in diverse cose e, finalmente, ho trovato l'idea e adesso quando lo vedo mi sento soddisfatta del tempo dedicato anche se purtroppo la foto non gli rende affatto giustizia - ma sono una frana nelle foto e quindi: deal with it! :°D
Comunque mi sono accorta di come mi diverta molto a disegnare i volatili, soprattutto quando devo provare per la prima volta qualcosa, un tipo di esperienza: primo è stato…

La domenica del meme: I dieci libri preferiti da Conan il barbaro.

Image
Benché avessi istituito la politica del 'non memare invano' perché non volevo mutare di troppo la natura già abbastanza travagliata del blog, per la seconda volta, a distanza di breve tempo, cedo. Cedo perché mi diverte e perché da un po' di giorni a questa parte sto pensando a come ringraziare tutti voi per il supporto che mi state dando e nonostante abbia qualche idea sparsa in testa, per ora un modo che mi si è presentato è quello di cogliere l'invito di Ivano e di Glò e partecipare a questa condivisione libera e virale ideata da (anche lui 'un certo') Ferruccio Gianola che prevede la scelta di un personaggio di fantasia - suppongo - e la compilazione di una lista di dieci testi che, per nostro parere, questo potrebbe preferire. 
Sul blog di Ivano galeotto fu il mio commento in cui ho citato Conan associandolo al suo Tarzan, spiegando anche che la mia conoscenza letteraria non è poi così vasta e che, aggiungo, io ho una conoscenza di Conan relativa a film e…

Theós.

Image
Non sono una persona religiosa, tanto meno mistica o spiritualista nonostante abbia praticato yoga e sia stata - per un breve periodo - di molto vicina al politeismo (non paganesimo o neopaganesimo, avevo creato tutta una mia comunicazione personale con gli déi della tradizione greca), però la mitologia mi ha sempre attratta particolarmente.
Diciamo anche che sono molto legata all'arte che della mitologia ha fatto il nucleo della propria ispirazione - l'arte antica (sia essa egizia, greca, egea, mesopotamica...) come anche alle rivisitazioni rinascimentali - per il fatto che trovo quella rappresentazione dell'umano davvero strabiliante. Quindi ogni tanto cerco di studiare combinando questi due input che uso anche come riferimento anatomico, o almeno ci provo!

Qui stavo cercando di rappresentare Enlil, ma mi è venuto fuori un qualcosa di diverso o almeno dall'idea che mi sono fatta di lui dalla lettura dell'epopea di Gilgamesh; mi ricordava una figura vagamente più…

Lady Vermilion.

Image
Ultimamente sto lavorando su diversi disegni che da quest'estate sono rimasti ad agonizzare sul mio tavolo. Sembra una fesseria, ma cercare di creare un giusto sfondo ad immagini create originariamente in stand-alone mi risulta spesso complicato, perciò ho deciso proprio di impegnarmi maggiormente su questo punto e di cercare - con la dovuta calma e cogliendo l' ispirazione giusta - le idee appropriate per i diversi lavori in corso.
Il disegno che sto per mostrarvi è nato in seno a quel guazzabuglio di idee per l'illustrazione di Ishtar, ma mostrandosi da subito completamente differente come immaginario stilistico e figurativo da quello che volevo, ho deciso di lavorarci allontanandomi da quell'idea ma mantenendo la natura dello schizzo iniziale.
Anche qui, quindi, una donna con parecchi denti avvelenati e pronta a mordere ma che assomiglia più ad una 'regina delle fiabe' forse poi non così cattiva che ad una dea irosa e volitiva!


I problemi qui sono nati tutti…

Niente affatto una sirena.

Image
L'ultima settimana mi ha vista lavorare su questo disegno qui. Tutto è partito dalla frase di una canzone che recitava "inside my shell" che ha destato subito la mia attenzione e fantasia e ho cominciato ad immaginare la figura di una donna con la parte bassa del corpo fusa dentro una conchiglia. Mettendomi poi a disegnare è nata lei, una creatura più vicina ad un mollusco o ad un paguro che alla leggiadra figura letteraria e popolare; infatti non volevo rappresentare quel tipo di grazia, di bellezza, quella sorta di archetipo di delicatezza; è una creatura più umile, contratta ma pur sempre una essere vivente. O almeno così mi è piaciuto immaginarla. 
A presto! (E grazie per i numerosi commenti al post precedente, non me lo aspettavo proprio!)

Niente di personale, solo un meme!

Image
Un nuovo amico blogger, Ivano Landi, mi ha gentilmente invitata a partecipare ad un meme e dato che non mi capitava da un po'  ho deciso di accogliere la richiesta e rispondere proprio qui sul mio blog.

Il meme è stato originariamente proposto e ha a che vedere con il titolo di un libro scritto da un certo Marco Lazzara (scusatemi, ma non so chi sia) 'Incubi e meraviglie' e di seguito dovrò prima rispondere a due domande, conseguentemente  mostrare una foto del testo in questione e nominare poi altre due persone per la prosecuzione della catena. Qui di seguito le domande e le rispettive risposte che ho dato:
Qual è stato il vostro peggior incubo?
Di incubi in passato ne ho fatti molti e tutti legati a paure che hanno abitato i miei diversi presenti. Ho sognato di possessioni demoniache, di rituali oscuri, di situazioni del passato ancora in pendenza nel presente del sogno, eppure un altro incubo più recente e forse meno pauroso degli altri ma più significativo per me è inco…

Die Katze - Il Gatto.

Image
Io adoro le tecniche di stampa, incisioni, litografie e acqueforti! Trovo che visivamente abbiano un piglio, una precisione, una incisività - per l'appunto - tagliente ed espressiva; solitamente l'aria noir, quasi gotica, a prescindere dal soggetto le rende una delle forme d'arte figurativa per me più accattivante. Però non ho mai avuto l'occasione di sperimentarla, quindi talvolta mi capita di voler provare a dare un tocco di quell'atmosfera nei mie disegni, sfruttando le sfumature ed il tratto delle matite. Ovviamente i risultati non sono per nulla pretenziosi e non hanno nulla di quella precisione, ma fondamentalmente a me basta sentire anche solo visivamente 'l'aria di quell'odore'.

A presto!

La Praga che non è.

Image
Una Praga immersa nella notte e nel ricordo. Una Praga che la reale Praga non è ma che è tutto quello rimasto in me.

Sicuramente naive, sicuramente approssimativo, certamente non bello o superlativo e soprattutto non realistico, ma mi è esploso dentro e così ve lo porgo.
A presto!