Posts

And then, suddenly...

Image
Non so perché, non so come sia accaduto o stia accadendo, ma veramente non posso fare a meno di dire grazie a qualsiasi forza/energia stia inviandomi una inaspettata benevolenza. Per la prima volta nella mia vita, PRIMA, sto avvertendo l'affetto di chi mi sta accanto, sto vedendo persone che conosco, che magari tratto 'a modo mio' (nel senso che affronto con il mio temperamento a volte non esattamente semplice da gestire - né per me né per gli altri -, ma che vuole essere sempre sincero ed onesto, nel bene e nel male) rimanere, voler rimanere insieme a me, capaci di andare oltre per abbracciare il senso e l'essenza e permettendomi di fare lo stesso con loro.  È un processo di crescita infinito, a 31 anni scopro cose che non avrei immaginato prima, scopro tanto di me stessa e sugli altri e non voglio smettere, non voglio smettere di scoprire, non voglio smettere di imparare: più si cresce più si ha la possibilità di aprirsi, di comprendere, di conoscere, di valutare po…

Being Ready

Image
E dopo diverse riflessioni e diversi conflitti da gestire, penso di essere nuovamente pronta ad aprirmi. È una sorta di viaggio a ritroso verso la riconquista della semplicità, il lasciarsi andare e il tornare ad avere fiducia, una fiducia temprata dal tempo e sostenuta dalla riflessione, una fiducia che porti a scelte più consapevoli e ad una valutazione dei possibili cambiamenti da intraprendere, una fiducia che apra e che ha intenzione di tutelare e rispettare la propria persona. Ho subito/mi sono inferta troppi sballottamenti in passato, ho continuamente ucciso e violentato parti di me facendomi malissimo, adesso ciò che faccio, lo faccio per me, prima di tutto. E non ho più paura del gelo.

A whole New Beginning

Image
Da questo momento, comincia per me un'esperienza tutta nuova. Non sta in un evento tangibile che segna un cambiamento, ma in una rivoluzione di prospettive e modo di vivere che non sperimentavo da tempo. Finalmente tutto torna a rimettersi a posto. Dopo un anno di assestamento le cose sembrano sempre più chiare e ne ho molto meno timore, ho più stabilità e cognizione di ciò che mi circonda e delle mie possibilità e potenzialità. Figurarsi che, proprio alle soglie della fine del 2018, ho avuto un inaspettato incontro con una parte della mia vita 'vecchia' di 16 anni, qualcosa che ha fatto parte della mia storia personale e che mai avrei immaginato rientrasse, seppure in modo leggero, nel circolo delle cose. Ne sono stata felice, è stato come un dono, quasi un segno che mi ha incoraggiata ancora di più a riprendere le redini. Ma quanto si può cambiare, sempre, continuamente, tornando un po' indietro per prendere dal passato quello che serve a diventare nuovi?

Spits of Consciousness

Image
Diciamo che adesso proverò a dire quello che penso nonostante non sia assolutamente brava a lamentarmi perché lo ritengo inutile, però mi sto stancando, mi sto stancando parecchio. Di cosa? Onestamente un po' di questa città, non la sento più mia da diverso tempo, sento che ha smesso totalmente di parlarmi o di offrirmi alternative, ogni cosa che vivo mi da la sensazione di essere la fotocopia della precedente, un loop senza fine. Vedo persone che nonostante abbiano delle profonde sensibilità, si affossano continuamente nelle abitudini, il pensiero diventa eccezione quando dovrebbe essere la regola, ci si lascia trasportare da surrogati di calma che sono solo fughe da ciò che dovrebbe essere affrontato da svegli e coscienti. A ripetizione. Ripetizione. Ripetizione. BASTA. Svegliatevi, porca miseria. Non utilizzate il pensiero connesso esclusivamente a forme di cultura, utilizzatelo per vivere, Vivere. Ogni cosa che facciamo è una scelta e dipende da noi, dalla nostra capacità cri…

Something Strange

Image
There's something weird in the air. I can't really say what it is, but I have this strong feeling about people and myself. It's not like something is missing and I don't feel frustrated, it's more a matter of energy: it doesn't flow properly. So I need to think and change things that surround me or I have to wait and observe things change themselves. I'll become an alchemist sooner or later.
*** C'è qualcosa di strano in questo periodo, non so dire esattamente cosa. È qualcosa che riguarda il rapporto fra me e le persone. Non si tratta di qualcosa che manca o di un mio personale malessere, ma è come se qualcosa non connettesse, l'energia non scorresse correttamente. Devo PENSARE o, forse, questa volta starò ad aspettare ed osservare come cambiano le cose da sole.

Growing

Image
Credo che stare da soli sia una delle sfide più grandi che una persona possa affrontare. Seppure sia dato quasi per scontato che ci si riesca e che esistano assolutamente cose ben più difficili da comprendere e vivere, mi sto accorgendo di come in realtà sia un processo molto complesso. Scegliere di contare prevalentemente su se stessi non significa isolarsi: significa imparare a fronteggiare le proprie sfide, i propri stati d'animo sapendo che niente e nessuno potrà aiutarci se non noi stessi, sbagliando, cadendo e rialzandoci ogni santissima volta; si sviluppa una grande forza e, soprattutto, una sempre maggiore coscienza della propria personalità, comincia ad abbattersi il concetto di indispensabilità dell'avere un altro individuo accanto. Si soffre a momenti, ci si sente solissimi, ma si comprende quanto la presenza di un altro individuo nella nostra vita o di individui in generale dovrebbe fondarsi sul principio di armonia e di benessere, quindi si diviene più selettivi,…

The Pleasure of Pain pt. II

Image
Ieri è stato pubblicato il post che ho scritto per questa seconda ed inaspettata parte dello speciale The Pleasure of Pain inaugurato a maggio sul blog The Obsidian Mirror e tuttora in corso di sviluppo sul blog di Ivano Landi. Mentre tutta la prima parte si è incentrata sulla figura di Masoch e sul masochismo in generale, adesso è del Marchese De Sade che si parla ed ho voluto contribuire con un'idea partita totalmente da altro e che, man mano, quasi misteriosamente si è ricollegata a tutto il resto. Ecco qui il link al mio post: - Sul sadismo inconscio delle masse. Vi invito a seguire i post a venire ed, ovviamente, a recuperare i precedenti (come dovrò fare anche io, fra l'altro!).