Posts

Showing posts from December, 2017

Buon... viaggio!

Image
Strenght, acrylic and ink on paper, 2017. Original piece
Come lascio questo 2017? Direi benissimo. È stato un anno molto complesso, ricco di avvenimenti ed esperienze, nessuna delle quali mi sento di definire brutta, difficile forse, faticosa a tratti, ma sicuramente tutto mi è stato e mi sarà utile in futuro.
Non ho particolari propositi per l'anno a venire, anzi non ne voglio proprio fare perché i propositi servono quasi sempre a non essere rispettati e procrastinati all'infinito, quindi mi limiterò a vivere giorno per giorno e vedere cosa mi ritrovo davanti e pensare a come gestirlo al meglio intanto ringrazio, veramente, per tutto quello che ho avuto.

Auguro a tutti voi di poter iniziare in modo sereno questo nuovo ciclo per chi la vede in questo modo  o di continuare sulla scia di ciò che si è fatto e si sta facendo per chi ha una visione meno sensazionalistica del passaggio annuale. Buon proseguimento di vita a tutti!

Buon Natale!!!

Image
Vi sembrava che non avessi pensato a qualcosina anche per questo Natale, eh?  E invece eccolo qui, il mio personale augurio per tutti: per chi c'è, per chi c'è stato, per chi ci sarà, per chi è appena arrivato.  Questo Natale sarà più sereno, più disteso ma anche più pregno di tutte le esperienze che ho vissuto negli ultimi mesi, ovviamente a tutti quelli che, di voi, sono tornati nonostante l'assenza prolungata va un ringraziamento particolare, ma uno ancora più speciale lo riservo a chi è stato o comincia ad essere mio compagno di avventura nel presente e verso il futuro, quindi quello che ho da dire per questo Natale è un grazie gigante per tutto, il regalo migliore che si possa ricevere: niente di materiale, tutto di vissuto. Buone feste a tutti quanti passino di qui.

Destrutturazione

Image
Work in Progress Das, Stuzzicadenti e legno
Tranquilli, non vi sparisco di nuovo per un periodo di tempo indefinito come l'ultima volta, è che stavo pensando, anzi sto pensando. Sto pensando a come ritrasformare questo posto in un luogo dove possa esprimere tutto quello che mi passa per la testa ma non in forma di diario personale, sto pensando a come mantenere il rapporto fra questo e quello che faccio e come posso coniugarlo in modo finalmente maturo e non troppo svampito. Il fatto è che nella testa ho un milione di cose, mi stanno riaffiorando le idee, gli spunti e devo in qualche modo trovare il tempo e le modalità per gestire tutto, anche perché non mi va di buttare cose a caso quando invece necessito di una riflessione maggiore, di uno studio maggiore e di una attenzione maggiore. Abbiate pazienza quindi, ho un trilione di post da recuperare e lo farò così come ho un milione di lavori da riguardare ed ultimare, quindi tempo al tempo e riuscirò a fare tutto quello che deside…

The Island of Doctor Moreau - Ink

Image
Moreau Explains, ink on paper, 2017 Original and negative version
Il primo esperimento semi-serio di lettering unito ad un disegno, seppur semplice. La citazione in questione può creare delle controversie dal punto di vista dell'interpretazione, se si dovesse seguire il filo generale dell'opera si potrebbe pensare che si tratti di una argomentazione pro-vivisezione a fini scientifici ed estremamente sperimentali, ma quello che personalmente vi ho letto sin da subito è una teoria sul cambiamento in generale.
A grandi linee la traduzione sarebbe questa: Adesso tu cominci a vedere come sia possibile trapiantare dei tessuti da una parte di un animale ad un'altra oppure da un animale all'altro per alterare le sue reazioni chimiche e processi di crescita, modificare le articolazioni dei suoi arti e, ovviamente, cambiarlo nella sua più intima struttura. Lasciando stare quindi il contesto puramente scientifico e pensando ai pezzi di tessuto come a delle abitudini, modi di fare…