In contatto con le risposte


We were all born Innocent,
pencil and ink on paper, 2018.
Original piece.

E sono qui a godermi un po' di quiete.
Ogni tanto questi momenti di silenzio, di calma, mi rilassano e lasciano spazio alla mente di potere svuotarsi quasi completamente. È stato un periodo, tuttora lo è, di forte riflessione e rimappatura del pensiero; ogni giorno è accaduto qualcosa che mi ha spinta a fare un passo in avanti o a rivedere certi ragionamenti ed in tutta onestà mi sono sentita veramente bene, forse ogni tanto un po' stanca quando non trovavo il modo giusto di affrontare un discorso o quando sentivo che mancava un pezzo per poter comprendere ancora meglio determinate reazioni e stati d'animo, però sempre soddisfatta del riuscire ad elaborare delle soluzioni, finalmente.
Non più solo problematiche da inseguire e da subire, ma delle soluzioni da cercare, delle soluzioni che pian piano cominciano a funzionare, cominciano ad armonizzarsi con tutto il resto e creano un insieme sempre in movimento eppure piuttosto stabile; credo di non aver mai provato questa sensazione con la coscienza che alla base ci fossero principalmente dei ragionamenti personali basati sulle esperienze vissute e sulle cose che da altri ho imparato ed interiorizzato e spero, spero vivamente di non perdere facilmente la bussola perché mi sento serena. Sento di poter contare su me stessa e di potercela fare a sostenere concretamente me ed altre persone, di poterle aiutare laddove si inceppino i sistemi e di poter voler loro del bene infinito e senza macchia. Questo provo in questo momento: un bene infinito, una sorta di amore che si estende e si propaga anche al di là del mio effettivo controllo.

Comments

  1. E cavolo... dev'essere proprio una bellissima sensazione!
    Goditela, te la meriti :)

    Moz-

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie Miki, non so perché percepisco questo tuo augurio veramente sentito e, ovviamente, lo ricambio. :)

      Delete
  2. Non so se l'immagine sia connessa, però in effetti si dice che lo stato fetale sia il più "beato" per tutti noi, anche se è solo lo stadio iniziale della vita.

    ReplyDelete
    Replies
    1. In qualche modo è come se lo fosse, anche se spesso disegni e parole nascono in momenti diversi: il disegno prima e le parole qui sul momento o qualche giorno prima di scrivere il post!

      Delete
  3. Goditi la sensazione, in quanto all'immagine...beh, la userò a breve. ;)

    ReplyDelete

Post a Comment

Here you can share your thoughts

Popular Posts