Speculazioni un po' disordinate

acquerello e cornice in cartoncino

Il rapporto con se stessi è qualcosa di molto complesso e sull'idea che abbiamo di noi stessi di solito forgiamo il nostro rapporto con l'esterno.
Ultimamente mi ritrovo spesso a pensare che le persone non abbiano un 'carattere' solo, ma che quello che emerge e si definisce in modo sempre più chiaro man mano che si incorre nell'età adulta sia frutto di tutto l'insieme di esperienze che abbiamo vissuto e delle risposte che abbiamo trovato o che abbiamo visto fare/avere da altri. E penso anche che questo 'carattere' possa in qualche modo essere modificato da decisioni che sebbene creino una contraddizione iniziale con le nostre abitudini, con un po' di lavoro possono trasformarsi e sostituirsi alla matrice. 
Ho sempre considerato l'idea della personalità una cosa troppo rigida da sostenere per le persone, o almeno per me, mi pesava proprio il fatto di dovere avere qualcosa cui rispondere continuamente e cui appellarmi, un po' per totale mancanza di responsabilità un po' perché forse non avevo ben chiaro che questo concetto non era sbagliatissimo ma che potevo svilupparlo meglio al posto di lasciarlo come principio campato in aria ed infatti molte volte sono stata meno flessibile di quello che pensavo di essere; adesso però sto cominciando a costruirmi delle chiavi per accedere a questo discorso, sto cominciando a mettere mani sulla mia persona per provare a smontarla e ricostruirla, ma senza dovere o volere creare qualcosa di fisso ed immobile, ma che rimanga leggero e flessibile, in qualche modo duttile anche.

Comments

  1. Ehhh bella impresa. Ci ho provato a smontarmi e ricostruirmi l'animo. I risultati? Ancora li devo capire...

    ReplyDelete
  2. Direi molto espressionisti, sia l'acquerello che le tue considerazioni.

    ReplyDelete
  3. probabilmente come dice Raf 'lo scopriremo soloo vivendoo', nel senso che bisognerebbe attuare dei piccoli cambiamenti ogni giorno soprattutto nelle cose che fanno la nostra routine.

    Ti faccio un esempio.
    Io sono praticamente il Caos impersonato, un caos che però certe volte si irrigidisce come un ebete allora a questo caos sto dando una piccola routine giornaliera di cose da fare, chessò ore di disegno, pulizia, gioco al pc e queste cose mi stanno aiutando a tenere la mente pulita e focalizzata, certo ogni tanto faccio pasticci tipo quando mi sento stanca e non sono lucida, ma in generale sto cercando di mantenere il livello di attenzione alto.

    Guardati Waking Life, è un film molto particolare e non so che generi ti piacciono ma te lo consiglio lo stesso!

    ReplyDelete

Post a Comment

Feel free to leave a comment here, sorry for captcha btw!

Popular Posts