The day I tried to smell like a tempest(*)

Il titolo folle si riferisce alla playlist suggerita da Ariano, ovvero *The day I tried to live dei Soundgarden, Smells like teen spirit dei Nirvana e Tempest dei Deftones.
Ad un primo ascolto non è stato semplice assemblare gli elementi delle tre canzoni perché in qualche modo questi tre gruppi hanno caratteristiche molto peculiari quindi ad istinto inizialmente ho seguito solo la musica, poi però leggendo i testi ho avuto modo di immaginare una storia ed una connessione fra essi, e mi sono apparse tre diverse fasi dall'esistenza umana, da quella più elevata dei Deftones passando per quella che sperimenta la realtà comune ne rimane insoddisfatto dei Soundgarden a quella con le mani più sporche ed immerse nel fango dei Nirvana.



Lo scanner mi ha mozzato la parte inferiore, ma per fortuna è solo la chiusura dell'uomo e digitalmente posso poi ripristinarla... ma vi propongo una cosa!
Provate ad ascoltare - se avete voglia e tempo - le canzoni mentre guardate il disegno, per cercare di capire cosa vi suggeriscono e cosa secondo voi potrebbe mancare allo schizzo che ho fatto, cosa si potrebbe aggiungere, su quale atmosfera si potrebbe lavorare di più, che colori utilizzare!

Qui metto i link dei video:

Fatevi sotto, ditemi! :D
(Se vi viene in mente qualche altra canzone, album e playlist su cui vi piacerebbe lavorare insieme potete proporla in qualsiasi momento!)

Comments

  1. Disegni e scritte tipo murales, nello spazio sotto le braccia... ;)

    Moz-

    ReplyDelete
  2. Hanno preso forma! Le tre canzoni hanno preso forma! Sono diventate un'immagine, la musica prende le sembianze di un disegno! Da ascoltatore che adora quelle tre canzoni ti dico che hai saputo cogliere davvero nel profondo le emozioni che raccontano quei brani, il senso di smarrimento e di consapevolezza della propria imperfezione, la rabbia che si mescola all'ironia, la sensazione di essere un alieno.
    Bellissimo, davvero.

    ReplyDelete
  3. Hai fatto un smash-up artistico niente male!
    Vorrei proprorre un mix assurdo, tutto italiano:

    Ivan Graziani - Pigro
    Rino Gaetano - Ahi Maria
    Franco Battiato - Paranoia

    Perchè? Ultimamente sto riscoprendo il rock italiano degli anni '70. C'è tantissima bella roba!
    Queste tre canzoni mi fanno pensare alla "noia dell'ordinarietà". Di gente che si è lasciata andare con il tempo... In un modo o nell'altro.

    ReplyDelete
  4. Delle tre conosco solo quella dei Nirvana. Io avrei rappresentato anche la componente data dalla chitarra distorta, come le corde elettrificate, a zigzag. Non so se si è capito cosa intendessi dire.

    ReplyDelete
  5. Wow! Allora, sono contenta che Ariano abbia apprezzato questo schizzo e nei prossimi bozzetti introdurrò sia le schitarrate che i murales, così vediamo insieme che effetto fanno!

    Bestiale, musica che conosco poco Arbitro, quindi sarà una bella scoperta per me!

    ReplyDelete

Post a Comment

Feel free to leave a comment here, sorry for captcha btw!

Popular Posts