Nel segno in giallo... 'La perduta Carcosa'!

Alessia H.V.,'La perduta Carcosa', digital, 2015.

Oggi inaspettatamente e fantasticamente The Obsidian Mirror e Sicilianamente si uniscono per presentarvi questo nuovo e misterioso sodalizio!

Tutto cominciò quando Obsidian, o meglio il suo blog, compì 300 post-anni; in quella specifica occasione risalente ad ormai tre mesi fa resi esplicita al nostro l'idea di voler realizzare apposta per lui un disegno ispirato agli Yellow Mythos. Per la verità avevo questo grillo in testa sin dalla lettura dei post che avevano coinvolto De Chirico, ma avendo nel frattempo altre lavorazioni in corso non avevo mai reso ufficiale l'intento continuando, però, a covarlo con interesse.
Finalmente quindi, fra traslochi, vacanze e letture inaspettate da cui ho tratto giovamento puro: 
Ecce Carcosa!
E vi assicuro che non avrei mai potuto realizzare certi particolare se non avessi incontrato proprio la lettura de Le montagne della Follia in questo frattempo!

Come dicevo ad Obs tramite mail, infatti, la decorazione degli obelischi così come la definizione della piramide - che avevo però inserito già nell'idea base del disegno - sul fondo mi derivano dalle notizie che quella famosa spedizione scientifica mi ha conferito; i due soli sono i noti astri che descrivono il cielo carcosiano; la geometria sul terreno rispecchia una mia idea di combinazione matematico-geometrica e spaziale al contempo (quasi come fosse una accennata mappatura stellare); il tempio risponde alla personale idea che i seguaci del Re in Giallo siano una setta collegata al culto della stirpe di Chtulu ma con differenze specifiche (faccio fantascienza sulla fantascienza :°D); il segno sulla mappatura è il famoso segno giallo che però qui è marrone essendo giallo tutto il pianeta sul quale si trova; infine l'occhio è l'elemento enigmatico che rappresenta questa discendenza stellare ma può specificatamente essere collegato o al Re in giallo (rettiloide) oppure riferito a Chtulu stesso come origine del tutto che compone questo universo.
La differenza di ambientazione - da antartica a desertica - è sempre una sfaccettatura personale del distaccamento o della parziale indipendenza del culto in giallo rispetto a quello predominante degli Antichi.

Dopo avervi spiegato un po' la genesi e lo sviluppo della mia idea, vi informo che è stato anche Obsidian a fare un regalo a me!
Oggi, infatti, dopo qualche tempo di assenza su The Obsidian Mirror troverete pubblicata la terza parte de 'La canzone di Cassilda', blog-novel che il caro Obsidian sta scrivendo proprio sulla scia degli Yellow Mythos  (ai quali, come linkato sopra, è dedicato però un percorso di approfondimenti specifico che vi invito sempre calorosamente a seguire) ed indovinate quale immagine è stata scelta per accompagnarla lungo tutto il suo percorso? La mia Carcosa!! 

Ringrazio Obsidian doppiamente quindi, sia per avermi dato l'ispirazione iniziale per lavorare ad un progetto del genere e sia per averlo accolto con entusiasmo e addirittura elevato ufficialmente a parte del suo progetto! *_*
Quindi che aspettate? Precipitatevi da lui e fate un bel ripasso sullo speciale Yellow Mythos e godetevi la bellissima 'Canzone di Cassilda'!

[Avviso]
Ragazzi il mio pc ha fatto le bizze ieri anche se avrò la possibilità di connettermi e seguire tutti voi probabilmente dovrò rallentare un po' l'attività dei miei post fin quando non avrò il pc risanato, ma ho molte cose in cantiere che sarò felice di mostrarvi appena mi sarà possibile!
Un bacione grande a tutti!

A presto!

Comments

  1. Sono io che devo ringraziare te, non il contrario. La tua meravigliosa immagine non ha fatto altro che impreziosire il mio lavoro. Grazie. Grazie. Grazie.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ringraziamoci a vicenda quindi! :D

      Delete
  2. Come al solito non si può far altro che farti i complimeti cara Alessia.
    Hai delle capacità incredibili! Non solo nel disegnare ma anche nello spiegarci il perchè di certi particolari.

    Bella coppia tu e Obsidian, uno con i suoi scritti e le sue ricerche e l'altra coi suoi stupendi disegni. Ciao!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie infinite Patricia! *_*
      Sono molto felice per le tue parole!!
      Un salutissimo!!

      Delete
  3. Avevo già visto il disegno da Obisidian e mi era subito piaciuto molto. Questo genere di opere secondo me è quello che ti fa esprimere al meglio. Riesci a restituire bene l'idea di una dimensione altra in cui l leggi fisiche sono diverse dalle nostre. Geniale poi l'idea di far intersecare l'ombra di uno degli obelischi con uno dei bracci del geroglifico *__*

    ReplyDelete
    Replies
    1. Wahh grazie Ivano!! *_*
      Hai notato il particolare sul quale ho voluto un po' giocare! Volevo creare una piccola ambiguità in modo che ci si ponesse il dubbio se il segno era scavato nella sabbia oppure era un'ombra proiettata da chissà dove!
      Grazie per le bellissime parole!

      Delete
  4. Hai reso perfettamente il senso misterico della questione, ha un che di lontano, spaziale, alieno, ma anche molto terrestre. Amo i disegni così, mi hanno sempre fatto pensare a "quarte dimensioni", luoghi particolari. Complimenti a te e TOM, e viva il Mito Giallo :)

    Moz-

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie Muooozz!! Sono contentissima che ti piaccia!! :D
      La prova in cui mi sono lanciata non è stata semplice perché si trattava anche di creare un paesaggio, ambito in cui ancora non mi muovo benissimo!

      Delete
    2. Hai reso alla perfezione, mi raccomando: fai altri disegni da "quarta dimensione" :)

      Moz-

      Delete
    3. Cercherò di impegnarmi il più possibile! :D
      Magari questa è la mia vera dimensione paesaggistica, chi lo sa!

      Delete
  5. Ha un qualcosa di egiziano stile "Stargate", almeno lo percepisco come tale...

    ReplyDelete
    Replies
    1. Percepisci bene, Ariano! Perché Stargate era uno dei miei film preferiti da piccola! ç_ç

      Delete
  6. Davvero suggestiva anche se non sono ancora andata a leggere lo scritto.. ^^

    ReplyDelete
  7. Ho letto tutta la prefazione... Mi piace l'idea e le ispirazioni del tuo disegno: non conoscevo The Obsidian Mirror

    ReplyDelete
    Replies
    1. penso che ti possa interessare come blog!
      Obsidian fa approfondimenti su tematiche molto particolari che spaziano dall'arte, alla letteratura al cinema tutto con un tocco personale che merita di essere scoperto! :D

      Delete
  8. Intensa e meravigliosa questa prova! *__* Bravissima! La cura dei dettagli è evidentissima!
    Ciao e 'notte, un abbraccio! ^_^

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie Glòòò! *_*
      Ci ho sudato un po' su effettivamente!
      Non volevo che lavorandoci costantemente sopra sparissero delle idee o atmosfere originarie che tenevo a mantenere... e poi la lettura di Lovecraft mi ha aiutata a consolidare certe intuizioni!
      Felicissima sia stato gradito! *_*

      Delete
  9. Bellissima e vagamente Lovecraftiana. :-)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie Pirkaf! :D
      Tutta colpa di Arkham Horror, da lì è partito tutto e poi Obs ci ha messo del suo con gli Yellow Mythos! :°D

      Delete
  10. No vabbè! E' dal post La mia teoria su 'La Grande Teoria di Nabukov' che ho voglia di chiederti un disegno, mai fatto per non disturbare, ma dopo questo ti tocca :-p

    ReplyDelete
  11. Davvero bellissimo questo disegno. Mi piace molto la contrapposizione tra il nero e l'oro. L'unica cosa che mi lascia perplesso sono i "raggi" che vengono dai soli gemelli.

    ReplyDelete

Post a Comment

Feel free to leave a comment here, sorry for captcha btw!

Popular Posts