'Dioniso al Monte Parnaso' - ovvero su come rimediare ad un pasticcio.

Alessia h.V., 'Dionysus at Mount Parnassus', watercolour and ink on paper, 2015.

E mentre Apollo è servo di Admeto sul blog del caro Ivano (di cui consiglio caldamente la lettura), Dioniso se la spassa sul Monte Parnaso sollazzandosi al tramonto.

La storia di questo disegno dal banale si è trasformata in qualcosa di interessante da raccontare e vi spiego subito il perché: partiamo dal nome! 
Da buona ignorantona quale sono mi era venuto in mente il nome Parnaso associato a Dioniso, ma in realtà ricordavo soltanto cose molto vaghe riguardo al Monte Parnaso, ricordavo addirittura fosse un luogo non meglio definito e avesse in qualche modo a che fare con la mitologia per il resto zero totale e men che meno ricordavo se vi fosse qualche collegamento con Dioniso, a cui peraltro ho pensato solo a causa della figura distesa che protende la mano verso... dell'uva? Dei fiori? A voi la scelta! - che avevo disegnato.
Quindi dato che non volevo fare magre figure associando titoli e luoghi in modo casuale, ho fatto una piccola ricerca e dai primi sconfortanti risultati che mi imponevano la sola presenza di Apollo e delle Muse sul Parnaso, con un po' di sana testa dura ho trovato quello che cercavo: ovvero che Dioniso ed i culti misterici ad esso legati avevano luogo sul Parnaso e a Delfi esattamente come per Apollo (apollineo e dionisiaco insieme, chissà se Nietzsche sia partito da una riflessione del genere!). 
Ed ecco quindi che la mia associazione mentale di idee puramente fantasiosa ha trovato una sua realtà ben radicata, cosa che mi ha resa non poco soddisfatta!

L'altro aspetto interessante di cui voglio parlarvi riguarda il lato tecnico dell'esecuzione del disegno, che è stata per me una piccola avventura.
Come faccio di solito negli ultimi mesi, il disegno iniziale è stato tracciato qualche giorno fa con un colore a matita e prevedeva la definizione della figura e qualche accenno del suo appoggio senza troppi particolari; ieri mattina mi sono messa all'opera, ma mentre coloravo il tutto solamente con l'acquerello mi rendevo conto che tutto il disegno e la figura che avevo tracciato - e che mi piaceva moltissimo perché a parte la rigidità di qualche zona anatomica come i piedi che non mi capita spesso di disegnare è la prima volta storica nella mia vita che disegno una posa del genere (!) - stavano perdendo di forza! Stava diventando un insieme sconnesso di colori che da soli non sostenevano l'immagine e la impiastricciavano terribilmente.
Ho pensato quindi di aver combinato il mio ennesimo pasticcio e di dover rinunciare all'idea di questo disegno, ma quando la speranza sembrava colare a picco ecco che il mio spirito da MacGyver è saltato fuori e mi ha sussurrato all'orecchio: Prendi la peeennaaa! - e così ho fatto.
Presa una semplicissima Bic nera ho cominciato a tratteggiare prima i contorni della figura e poi ho sottolineato alcuni elementi di paesaggio creandone altri che non c'erano nemmeno nello schizzo a matita (i ciuffi d'erba) e finalmente il sorriso è tornato a campeggiare sul mio volto. 

Ho recuperato un pasticcio annunciato e sebbene ci siano per l'appunto certe rigidità non posso che essere felicissima del risultato: è stato divertente e mi ha ridato fiducia. Fra l'altro io ho bisogno di osare e laddove la tecnica non mi può aiutare perché non ne dispongo solo l'intuito può venirmi incontro e devo imparare ad averne fiducia, come ce l'ho nella vita di ogni giorno.

Lieta di aver condiviso con voi questa piccola avventura vi auguro buona giornata,
a presto! 

Comments

  1. I miei complimenti!
    Ti auguro una serena giornata anche a te.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie Cavaliere!
      Bentrovato e buona giornata! ^_^

      Delete
  2. Anche io non faccio altro che recuperare i miei pasticci con i lavoretti che faccio.. ahahah!

    ReplyDelete
    Replies
    1. L'arte dell'arrangiarsi! :°D
      Una delle più preziose!

      Delete
  3. Non ti smentisci mai , il tuo stile armonioso eppure 'grintoso' è inconfondibile.
    Cristiana

    ReplyDelete
    Replies
    1. Cristiana! *_*
      Io ti ringrazio infinitamente perché ogni volta riesci a trovare delle parole stupende per i miei lavori: grazie, grazie e ancora grazie!

      Delete
  4. Sai, Alessia? Mi piacerebbe vedere uno dei tuoi lavori... a fasi.
    Dal foglio bianco al disegno finito.
    Me lo hai fatto venire in mente ora che hai descritto il tuo disegno.

    Moz-

    ReplyDelete
    Replies
    1. Challenge accepted Muozz! :D
      Al momento ho solo disegni già 'impostati' nel senso che lo schizzo a matita è già stato fatto e aspettano di essere colorati, ma il prossimo che inizio vedo di fotografarlo step by step così poi vi faccio vedere! Intanto un lavoro del genere posso proporlo per il digitale... il tempo di organizzarmi! :D

      Delete
  5. Viva la sincerità, comunque non mi sembra tutto questo gran pasticcio, magari sapessi farne io identici ;-)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie Ariano! ^^
      Per fortuna sono riuscita a salvarlo, ma ti assicuro che prima senza penna nera non aveva senso! :°D

      Delete
  6. La mano e il viso sono stupendi! Mai visto niente del genere!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie Obs! ç_ç
      Troppo buono! ç_ç

      Delete
  7. Non parliamo di pasticci che ultimamente si sto in mezzo fino al collo...
    Ultimamente voglio cercare di essere positivo. Di fondo dagli errori si può sempre rimediare.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Che mi combini Esimio? O.o
      Se hai bisogno una mail puoi mandarla (anzi scusa se non ti ho ancora risposto alla precedente ma ho la testa per aria negli ultimi tempi! :°D), comunque spero nulla di grave!

      Delete
  8. ;Mi piacciono questi iscuglie che riesci a fare creano sempre qualcosa di bello.
    Ciao

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie Carolina, grazie infinite! ^_^

      Delete
  9. Trovo tutto molto bello con la sola eccezione della parte della gamba destra dal ginocchio al piede, dove avverto concentrata - tutta lì! - la rigidità di cui parli.
    Il tetto vegetale - stupendi i colori! - l'ho interpretato come un pergolato di glicini.

    Grazie ovviamente per la sorpresa che mi hai fatto citando il mio apollo servo di Admeto :))
    Riguardo alla dicotomia nietzscheana apollineo-dionisiaco l'ho affrontata alcune volte nel mio blog, ma sempre di sfuggita. L'apporto di Nietzsche è stato importante a suo tempo perché ha dato il la a tutta una serie di studi fondamentali sul mito greco. Lui aveva esagerato i termini dell'opposizione, che sono molto più sfumati. In realtà la visione dionisiaca che era al centro dei Misteri di Eleusi non poteva consolidarsi senza l'apporto di Apollo. Per questo era coinvolto anche il Parnaso.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ma se non sbaglio i misteri eleusini avevano anche a che fare anche con il mondo infero!
      Ricordo di aver studiato qualcosa a proposito del culto di Demetra legato ad Eleusi e alle iniziazioni, il che sembra quasi collegarsi ad hoc con il tuo percorso su Apollo e Admeto... che argomenti affascinanti! *_*
      Comunque sarebbe curioso riparlarne, magari questo disegno potrebbe ri-aprire le porte alla mia passione per la rappresentazione delle figure della mitologia greca!

      Intanto ti ringrazio per avere apprezzato questo mio lavoretto (devo lavorare meglio sulle caviglie nei disegni... ancora non ho trovato la mia linea di scioglimento ideale! :°D).
      Ciao Ivano!!

      Delete
    2. Sì, vi giocavano un ruolo importante anche Demetra e la sua ricerca della figlia, Kore-Persefone, sposa di Ade.

      Delete
    3. Ricordavo bene allora! :)
      Dovrò tornarci su questi argomenti.

      Delete
  10. Molto bello...presto potrei usare anche questo!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Free-way Nick! As usual! :D
      E grazie!!!

      Delete
  11. Che brava, è difficilissimo sistemare un disegno senza fare un pasticcio ancora più grande... Almeno per me, ma io non disegno seriamente da secoli... E anche la posizione non era per nulla facile, complimenti :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie Elisa Elena! *_*
      Per me è stata veramente una piccola avventura ed una piccola conquista perché non volevo rinunciarci proprio a questo disegno e ne ho rovinati tanti in passato ma anche recentemente, magari semplicemente per la fretta di fare, quando in realtà ci vuole molta pazienza! Come per tutto fra l'altro! ^_^

      Delete
  12. MacGyver con una penna ci avrebbe costruito un lanciamissili, ma noi ci accontentiamo di un disegno reso bello ^^

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ahah! Grazie Michè!
      Fra l'altro lui mi ha dato solo il suggerimento... poi non l'ho ascoltato più! :°D

      Delete
  13. I "fiori" (e sì, son glicini, ha ragione Ivano XD) hanno il tocco giappo che io adoro *__*
    La figura è quasi in dissolvenza rispetto alla natura circostante (o meglio, si compenetra), e non stona affatto: suggerisce anzi una certa mollezza e atemporalità che mi paiono pertinenti rispetto al luogo!
    Mano bellissima eh! Volto molto bello, ma già ci hai abituato bene ;) Gamma cromatica che è perfetta per un Parnaso!
    Bello bello, sistemazione effettuata con successo a mio avviso!
    Buonanotte!!! ^_^

    ReplyDelete
    Replies
    1. Sono felicissima che quella mano vi abbia colpito, sai? Non pensavo davvero che la sua mano ed il suo viso potessero arrivarvi in modo così 'potente'. ^^
      Grazie infinitamente!

      Delete
  14. Bellissimo! Io sono fissata con la china ma mi piace molto l'uso della penna. Risultato ottimo.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Io ho provato la china e piace da morire anche a me, solo che al momento non ne dispongo! :°D
      Quindi rimedio come posso!
      Grazie Ciccola! *_*

      Delete
  15. ...ma smettila...
    quale pasticcio?
    quale errore?
    artista mia, tu dipingi perfezione, al solito...

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie Pata! ^_^ Troppo gentile!

      Delete
  16. Il vero spirito da MacGyver ti avrebbe detto: "costruisciti una penna!"

    ReplyDelete
    Replies
    1. Allora da me è venuto quello farlocco! ç_ç
      Ahah! :°D
      Comunque, secondo solo a MacGyver, c'era Action Man con i suoi consigli di fine puntata!

      Delete
  17. ... allora non sono l'unica che grazie alla penna ha recuperato l'irrecuperabile! Che giuoia ;D

    ReplyDelete

Post a Comment

Feel free to leave a comment here, sorry for captcha btw!

Popular Posts