Kashehotapolo: gli Uomini Piccoli dei nativi.

Alessia H.V., 'Kashehotapolo', watercolour and acrylic on paper, 2015.

Kashehotapolo è una creatura del folklore nativo americano.
Fa parte di quelli che i nativi chiamano Uomini Piccoli, delle creature simili agli gnomi, alti come bambini di circa tre anni che vivono nelle caverne e che spaventano i cacciatori e rapiscono temporaneamente i bambini spesso al solo scopo di consegnargli gli strumenti per diventare guerrieri o guaritori.
Kashehotapolo mi ha colpita perché la figura che ne descrivono i Choctaw è quella di un ometto metà uomo e metà cervo che si diverte a spaventare i cacciatori urlando ma rimanendo per loro innocuo ed immediatamente mi ha ricordato la figura del nostro satiro, con connotazioni fisiche simili.
 I Choctaw lo descrivono brutto a vedersi, ma io non ho voluto renderlo brutto, non mi è venuto naturale!

Ovviamente questo disegno non è il massimo, con l'acquerello sto cercando di riprendere confidenza dopo tanti anni di fermo, quindi abbiate pazienza! :°D Stavo pensando, però, di sfruttare questo allenamento per mostrarvi un po' della cultura dei Nativi che sto scoprendo e che mi si sta mostrando molto più complessa di quello che per anni ho creduto. certo, approcciarsi ai miti di una cultura che praticamente non si conosce non è semplice, poiché alla base del mito esiste tutto un ecosistema costruito in primis dall'ambiente naturale, dalle condizioni climatiche, dal rapporto che l'uomo formula con questo che si fonde immancabilmente con il tipo di società che si sviluppa.

Il primo dei disegni, lo ricorderete, riguarda Fratello Luna e sorella Sole, il secondo è questo e spero di riuscire a creare e mantenere vivo questo piccolo progettino illustrativo!
Grazie come sempre per l'attenzione l'affetto che mi dimostrate!

A presto!

Comments

  1. E' vero, ricorda il satiro (pan, da cui deriva panico) e di conseguenza la figura del diavolo traslata nel mito cattolico.
    Questo a dimostrazione che gli archetipi esistono.
    Ma veniamo a noi: tu dici che non è il massimo, a me invece questo disegno piace. Ha dei colori favolosi, specie nello sfondo. Il top? Le sfumature che hai dato all'albero. Dovresti fare qualcosa di "spaziale" con questa tecnica e queste sfumature non per forza siderali.

    Moz-

    ReplyDelete
    Replies
    1. Sono d'accordo con Miki. Questo disegno è davvero bello e la leggenda non la conoscevo. ;)

      Ispy 2.0

      Delete
    2. @Miki: Grazie tante Moz! Riguardo al disegno probabilmente io vedo sempre a quello che vorrei fare e che ancora risulta lontano, di fatti come vedi dai commenti sotto qualche imprecisione c'è ed il bello è che me ne accorgo spesso dopo aver finito tutto! :°D
      Riguardo gli archetipi posso dirti che alcuni elementi di contatto esistono anche a prescindere dalle contaminazioni cristiane che sono arrivate con l'invasione europea (Kashehotapolo rientra proprio negli elementi di contatto 'spontanei' per quello che ho potuto leggere) e modulati in modo diverso, molta più importanza ha il mondo animale e c'è una storia simpatica e molto particolare di cui vi parlerò più avanti! ^^

      Comunque mi fa piacere il tuo supporto! Veramente grazie Miki!

      @Ispy: Grazie infinite anche a te! *_*
      Io sto scoprendo tutto in questi giorni di lettura, infatti ho la testa tutta in confusione! :°D

      Un saluto!

      Delete
  2. Concordo con Miki, lo sfondo è molto ricco e con dei bei colori! Lui è un po' sbilanciato sulle gambe ma mi piace la sua espressione.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Clyoo! Grazie! *_*
      Si purtroppo ho questo difetto da posa da sempre e mene accorgo spesso tardi, ci farò più attenzione la prossima volta! :D

      Delete
  3. Bellissimi i colori, soprattutto dello sfondo. Kashehotapolo invece non mi convince, sembra che stia cadendo in avanti e che abbia la zampa destra spezzata.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Avete ragione, purtroppo me ne sono accorta dopo! :/
      Ho questo difetto di posa assurdo che spesso non vedo! Devo farci più caso!
      Grazie per i complimenti alo sfondo Michele! ^^
      Ciao!

      Delete
    2. Gli uomini non sono perfetti, probabilmente nemmeno gli kashehotapolo. E' nato zoppo, che ci vogliamo fare ? :D
      Al prossimo disegno ^^

      Delete
    3. Sta sempre sulle zampe di un cervo eh! Mica è facile! ù.ù
      Si aiuta pure con il bastone-lancia poverino! Ahah! :°D

      Alla prossima sperando sia meglio!

      Delete
  4. Concordo con chi mi ha preceduto nei commenti. Lo sfondo è stupendo, con colori incredibili. Nella figura dell'omino cervo invece c'è qualcosa che non torna nell'anatomia della parte animale e ne risente l'equilibrio di tutta la figura.
    Ciaooo!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Mi dovrò allenare, ma fra l'altro illustrazioni di questo tipo mi servono appunto anche per questo, per compenetrare figure e paesaggio! :D
      Speriamo che la prossima volta vada meglio!

      Ciao Ivanoo, graziee!

      Delete
  5. Incertezza posturale a parte, è molto bello!
    Hai un modo di rappresentare gli elementi della natura che trovo personale e assai d'effetto: anche qui ci vedo quel tocco "giappo", lievissimo ma presente, che a me piace tanto!
    E sulla scelta dei colori: *__*

    Buon week end Alessia, un abbraccio ^^

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ahah! Grazie come sempre Glò! *_*
      Io sto cercando di provare nuove cose, ogni tecnica ha la sua difficoltà ed il suo modo di essere eseguita quindi sto cercando pian piano di provare e trovare il mio e mi fa piacerissimo se questa cosa ti abbia colpita! *_*
      Sono davvero contenta!

      Un abbraccione bellissimaa! :*

      Delete
  6. Anch'io noto la somiglianza con i satiri della mitologia greca.
    Lo stile del disegno è bello, sembra un acquerello (forse lo è davvero?)
    L'uso dei colori è vivace ma non crea cromatismi troppo vistosi.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Sì, la descrizione che viene fatta nel testo Choctaw mi ha fatto pensare ad un ibrido del genere e quindi l'ho fatto! :D Sì, è proprio acquerello! Grazie tante Ariano! ^_^

      Delete
  7. Questa è una creatura straordinaria che potrei mettere dritta per dritta in un post di The Wonderful Creatures in Pop Culture!
    Mi piace il disegno... dimostri di metterti in gioco disegnando soggetti sempre diversi.
    Te lo dico sempre: il tuo disegno mi evoca sempre emozioni ancestrali.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie infinite Marco! *_*
      Mi fai un complimento gigante qui, sono contenta che tu apprezzi questa parte di me!!!
      E mi fa ultra piacere sapere che ti emozioni in qualche modo, sono grandi cose per me! Grazie veramente!

      Sarebbe una gran cosa ma non credo sia così popolare purtroppo e non ne so abbastanza per poterti confermare tutte le impressioni che ho avuto, ho viaggiato con la fantasia!
      Ciao Esimioo!

      Delete
  8. Ricorda tanto lui
    http://www.movieforkids.it/wp-content/gallery/disney-faceswap-principesse-con-facce-invertite/disney-faceswap-24.jpg

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ahaha sììì! Che simpatia!
      Io adoro questi personaggi simpatici e scorbutici (Anacleto for the win :°D).
      Infatti la mia gattona è così: simpatica, cicciona e scorbutica!

      Delete
  9. Ciao A.H.V.
    Molto, molto interssante il tuo blog.
    Mi piace soprattutto il fatto che dei tuoi lavori ci doni le tue spiegazioni, facendoci comprendere bene a cosa t'ispiri.
    Sei molto brava ed anche autocritica. Questo mi piace molto.
    Ti saluto e buona Domenica.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Pia! :D
      Innanzitutto benvenuta e poi grazie infinite per apprezzare il mio spazio e quello che presento!
      A presto spero! Buona domenica anche a te e puoi chiamarmi semplicemente Alessia! ^_^
      Ciao!

      Delete
  10. questa creatura mi è totalmente sconosciuta, ma la apprendo oggi grazie a te...
    lo ammetto, per giustizia nei giudizi alle tue opere, questo non è il tuo disegno che ho amato maggiormente, ma il tuo talento c'è sempre, ed è evidente

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie Patalice! Tranquilla, ne sono cosciente che non sia il top ma mi serviva per iniziare a sperimentare un altro tipo di composizione! :D

      Grazie tante comunque! *_*

      Delete
  11. Brava, il viso è molto nativo
    io conosco anche la storia da cui hai tratto il lavoro

    ReplyDelete
  12. Magari avessi un decimo della tua abilità nel colorare!!!
    Secondo me è venuto bene!
    L'unica cosa che mi lascia un po' perplessa sono le gambe.. non è ben chiara la loro struttura.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie infinite Nyuu! *_*
      Alloraa con le gambe ho fatto un po' di casino perché anziché disegnare quelle posteriori come di solito si fa con i satiri, ho disegnato quelle anteriori mettendo comunque la coda, il che mi piace perché l'ho trovato un modo nuovo di intendere queste figure ibride, però mentre la gambetta di profilo mi piace parecchio, quella frontale ha effettivamente qualche problema, il che si ricollega a tutta la questione dei commenti precedenti!
      Quindi al prossimo tentativo ci farò più attenzione! :D

      Delete
  13. Waww!!! La creatura avrà la parte inferiore imperfetta, ma io pagherei per saper disegnare così. Bravissima! Curiosa questa creatura di Uomini Piccoli che non conoscevo. Mi piace che la parte inferiore sia di un cervo, potrei utilizzarla nella seconda storia fentasy di "Melissa". Anzi ce la vedo proprio bene, grazie per allietarci con i bellissimi disegni e per i post che spigano cosa ti ha portata al quel disegno. Arricchisci gli occhi e la mente. Bona lè (buona lì in bolognese) ora vado a cercare notizie sui nativi americani, e scoprire un po' il loro mondo. Ciao ;D

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ahah! Ciao Anna Mariaa e benvenuta a bordo! ^_^
      Mi fa piacere questa creaturina ti abbia ispirata e mi scuso per non aver ancora letto la tua Melissa! Ho la testa un po' per aria e ogni tanto mi prendo tempi d'azione moolto lunghi! :°D
      Comunque ti ringrazio infinitamente per i complimenti e non posso che essere felice del tuo pensiero nei riguardi di ciò che faccio! *_*
      Grazie!!

      Un abbraccio!

      Delete
  14. Bellissimi colori. Forse un po' troppo scuro quel marrone sulla roccia a destra... quasi un ombra lasciata da qualcosa che non c'è...

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie! Voleva essere un interno della caverna che non sapevo come ben rendere! :D
      Ciao Obs!!

      Delete
  15. Domandina: che tipo di carta usi, che marca di acquerello? E vai di bagnato su asciutto, o sbaglio? :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Allora per la carta ho comprato di recente questo blocco: http://www.amazon.it/gp/product/B001CZQOY8?psc=1&redirect=true&ref_=oh_aui_detailpage_o01_s01
      Gli acquerelli sono della Winsor & Newton, il pacco da 12 e poi se per bagnato su asciutto intendi che non inumidisco il foglio prima in qualche modo, sì!
      Opero in questo modo per quello che ricordo dal liceo, allora utilizzavo dei fogli comprati singolarmente, ma adesso non ho una grandissima disponibilità economica quindi cercavo un buon compromesso e ho provato quel blocco apposito!

      Delete
    2. Gli acquerelli vanno benissimo (prima di comprare quelli professionali li ho usati per un sacco di tempo e hanno fatto il loro dovere alla grande), per il blocco (o i fogli singoli, vanno bene ugualmente) invece mi sento di consigliarti di andare su una grammatura diversa, magari un 300 grammi, che sarebbe l'ideale. Potrebbe aiutarti ad ottenere un effetto più "leggero", come dicevamo nell'altro post sulla cerva, in quanto riesce ad assorbire molta più acqua senza imbarcarsi, cosa che invece questo tende a fare sicuramente :)

      Delete
    3. Ok! Ti ringrazio tantissimo ed al prossimo acquisto ci farò caso! *_*
      Intanto finisco questo blocchetto che per rompere il ghiaccio il suo lavoro lo sta facendo! :D
      Ciao Paola!!

      Delete

Post a Comment

Feel free to leave a comment here, sorry for captcha btw!

Popular Posts