Practice: Head.

Alessia H.V., Head, pencil and watercolour on paper, 2014.

E lo studio continua!
Anche qui ci sono ancora degli errori anatomici, come l'osso mandibolare che dovrebbe essere in linea con l'angolo delle labbra, ma tutto sommato il prendere un libro di anatomia in mano e cominciare a farsi un'idea di come volumetricamente, sostanzialmente, scheletricamente e muscolarmente funzioniamo sta dando, pian piano, i suoi frutti. È come un ricominciare da capo, tenendo cari gli insegnamenti del passato ed aggiungendovi ciò che manca.
Come da descrizione sul mio profilo, la scuola non mi ha fornito solidissime basi tecniche, ma mi ha dato uno degli insegnamenti più forti che abbia mai potuto avere: guardare le cose con i miei occhi e con le mie emozioni.
Poco ai miei insegnanti importava cosa dicessero i libri, tanto invece era per loro vedere delle scintille in noi studenti, tanto era per loro imparare a riscoprire opere ed artisti attraverso la nostra immaginazione ed il nostro cuore. Per questo, poi, l'università mi ha delusa, la chiusura mi ha delusa, l'accademismo mi ha delusa.
Niente di tutto ciò che mi avevano insegnato poteva essere sviluppato: ogni opera, ogni autore (ero in Lettere Moderne) era confinato da date, dati, informazioni da imparare a memoria senza neanche provare ad azzardare qualcosa di più, ma per me, anche lì in quella struttura mega/monolitica e secolare, dietro ogni storia, dietro ogni opera ci sono sempre stati uomini, visioni, immaginazioni impossibili da rinchiudere dentro le fredde quattro pareti del nozionismo. E ho cercato di portare avanti questo. C'è chi ha apprezzato e chi no.

Scusate lo sfogo, ma avevo un groviglio in testa non da poco!

Comments

  1. Mah.. Non sono neppure troppo d'accordo su ciò che ti hanno insegnato al liceo: le emozioni e la passione ci devono sempre essere, ma sono appunto gli insegnanti che dovrebbero incanalarli insegnando le tecniche. Perdona la franchezza ma, come dici anche tu, sei autodidatta perché non ti hanno dato le basi. Concettualmente è molto bello che vi dessero libertà di espressione, ma non è abbastanza per costruirsi un futuro ( che è quello che la scuola dovrebbe dare). Comunque, brava per l'impegno, continua a disegnare.. Gli esami non finiscono mai! XD

    ReplyDelete
    Replies
    1. È ovvio che la soluzione non sta nella radicalità ma nel saper fondere bene diversi aspetti delle cose e che quindi io adesso 'pago' alcune mancanze, ma fondamentalmente imparare da sola mi piace e personalmente ho fatto un percorso abbastanza tortuoso, quindi non è stata del tutto colpa loro! :°D

      Delete
  2. Ha qualcosa di De Chirico questa testa...

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Ariano! Grazie!
      Sicuramente De Chirico è uno degli artisti che visivamente apprezzo moltissimo, tempo fa non trovavo altro migliore modo di disegnare le persone che sotto forma di manichini. Vi trovo un'essenzialità molto, molto significativa, quindi probabilmente qualcosa ha influito su questa testa. :D

      Delete
  3. Io appena l'ho visto ho pensato ad una persona che avesse l'alopecia universalis.. ho notato una completa mancanza di peli, oltre che di capelli!
    Molto curiosa questa scelta.. cmq anche molto bello come disegno!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie Nyu! ^^
      Non saprei darti un motivo preciso per questa scelta; da un lato sto studiando i volumi basilari del volto e quindi ho familiarizzato con teste 'nude', dall'altro le trovo estremamente affascinanti ed espressive ed in passato mi è già capitato di rappresentare soggetti umani con questa caratteristica.

      Delete
  4. Vero che scuole e università non azzardano mai, confinando la cultura in quattro mura.
    La testa non la vedo così malamente, ok è uno studio. ma ha già un suo perché.
    Buona esercitazione^^

    Moz-

    ReplyDelete
  5. Mi mette un po di soggezione... non so dirti il perchè.
    Forse per i colori morti, sembra qualcosa che non esprime sentimenti umani. Booooh: chissà come mai la vedo così? :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Non so dirtelo e non poso dirtelo io! :D

      Un saluto!

      Delete
  6. Ciao Alessia! Sono molto felice di conoscerti e ti ringrazio anche per avermi deciso di seguire. Anch'io amo molto disegnare (ogni tanto faccio qualche disegno realistico) e i miei genitori sono entrambi siciliani, perciò vado in Sicilia ogni anno! Bel disegno, mi piace molto la scelta di colori, dolci ma allo stesso tempo d'impatto. Ti seguirò con molto piacere.
    Se ti va, dai un'occhiata qui: tanyabazania.deviantart.com ho alcuni disegni fatti da me, è da mesi che non ci vado però, ma ci sono cose di cui sono molto orgogliosa e altre di cui non lo sono tanto, ma comunque è la mia gallery. ;)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Petralia!! :D
      Effettivamente il Petralia ha un sapore molto siciliano, palermitano se non erro! ^^
      Ti ringrazio sia per i commenti al disegno che per avermi seguita, ho già messo il watch su Da, anche io mi trovo lì! :D

      A presto!

      Delete
    2. Esatto! Petralia si trova sulle Madonie ;)
      Grazie mille per il watch, appena posso torno su dA!
      :)

      Delete
  7. L'arte si vede dal talento, formule precostituite a parte e tu ne hai da vendere..
    Desidereresti farmi un regalo?
    Ti uniresti al mio blog?
    Grazie infinite e un grande abbraccio!
    http://rockmusicspace.blogspot.it/

    ReplyDelete
    Replies
    1. Già fatto nella! Diverso tempo fa! :D

      Delete

Post a Comment

Feel free to leave a comment here, sorry for captcha btw!

Popular Posts